5 consigli per scrivere un annuncio di successo su AIRBNB

5 consigli per scrivere un annuncio di successo su AIRBNB

Condividi

Con più di 100 milioni di utenti e 640.000 proprietari in tutto il mondo, Airbnb ha aperto la strada a un nuovo mercato. Ogni giorno miglia di persone si creano  un extra reddito mettendo in affitto la loro casa o la loro stanza.

Ma ahimè la competizione è tanta.

Sulla piattaforma ci sono più di 2,3 milioni di annunci in 191 paesi.

A questo punto diventa fondamentale ottimizzare il tuo annuncio per avere maggiore visibilità nei confronti dei competitors

Ma come puoi farlo?

Bene, al di là dell’avere bellissime foto, ottime recensioni, ed ottenere il titolo di Super Host, una delle migliori cose che tu possa fare è curare in maniera eccellente la descrizione dell’alloggio.

Una cosa che molti tendono a trascurare.

E’ importante mettere tutta la cura possibile con un buona scrittura persuasiva per catturare gli utenti e convertirli in clienti.

Allora permettimi di darti CINQUE consigli per migliorare il tuo annuncio:

1. Individua il tuo target guest

A quale target guest ti vuoi rivolgere?

Vuoi rivolgerti ai baby boomers o ai Millennials, agli universitari, agli studenti o alle famiglie.

Beh, se non hai capito a chi rivolgerti, hai ancora molto lavoro da fare.

Molti proprietari vorrebbero rivolgersi a tutti, ma la mancanza di focalizzazione rende gli annunci deboli e confusi.

Una volta definito il target, che puoi fare attraverso indagini sui tuoi precedenti ospiti o semplicemente leggendo le recensioni cercando di capire cosa è piaciuto e cosa non è piaciuto, le parole o le frasi comunemente ripetute, e i posti più visitati. Qual è stato lo scopo della visita.

Il tuo principale obiettivo è quello di entrare nella testa del tuo cliente target per carpirne i suoi pensieri, esigenze, bisogni, desideri, preoccupazioni, al fine di offrire quello che loro vogliono.

Per esempio, una coppia sposata di mezz’età che ha prenotato presso la tua struttura per l’anniversario probabilmente è in cerca di un’esperienza diversa ( romantica) da quella che cercherebbero degli studenti universitari ( divertirsi).

Una volta che tua abbia raccolto abbastanza informazioni sui tuoi clienti, sei pronto per creare il tuo CLIENTE AVATAR

Cosa si intende per cliente avatar?

Un cliente avatar è fondamentalmente una persona immaginaria che rappresenta il tuo cliente ideale ed è utile perché aiuta a focalizzarsi su uno specifico target.
Immaginare e descrivere il tuo cliente ideale ti permette di cucire il messaggio specificamente per i clienti reali, dando così l’impressione che ti conoscano già.

Di seguito alcune domande per aiutarti a visualizzare e creare il tuo cliente avatar

Che tipo di persona ti piacerebbe che prenotasse?

Preferisci uomini o donne
La loro età
La loro occupazione
I loro hobbies
Che cosa gli piacerebbe vedere e fare
Hanno bambini?
Quali sono le loro paure, desideri?
Qual è il motivo del loro viaggio?

Una volta risposto a queste domande, dai al tuo avatar un nome e cognome e assegnali una foto che trovi su Google Images.

2.Definisci la tua USP ( Unique selling proposition)

Uno dei migliori modi per emergere dalla massa è definire il proprio posizionamento sul mercato.
Un posizionamento chiaro aiuta il il tuo target cliente a capire cosa offri di diverso rispetto ai competitors. Devi pensare a un’identità forte.

Guarda Airbnb che ha definito chiaramente il proprio posizionamento: una piattaforma per viaggiatori che vogliono vivere un’esperienza di viaggio personalizzata. Allo stesso tempo ha creato un’opportunità unica per quelle persone che vogliono guadagnare dei soldi extra mettendo a reddito una stanza.

Il miglior modo per definire il proprio posizionamento è sviluppare la propria USP ( unique selling proprosition) La USP non è altro che una frase che descrive i benefici unici e i vantaggi che il tuo posto offre.

La USP deve essere chiara, concisa e facile da capire.

Per esempio puoi posizionare il tuo posto come il nido perfetto per una fuga romantica per giovani coppie, o il posto ideale per un uomo d’affari. Insomma, trova il tuo posizionamento.
Qual è il miglior modo per posizionarsi?
Ricordati che il posizionamento dovrà essere in relazioni sempre ai tuoi competitors, trovando le aree sono più deboli.
Per esempio, se i tuoi competitors puntano tutto sul prezzo, ti puoi differenziare posizionandoti nell’ avere i migliori servizi. O come un posto sicuro e rilassante per le famiglie con bambini piccoli. Oppure sottolineando il fatto che si trova al centro vicino al quartiere più trendy.

Allenati: Pensa a tre differenti modi di posizionamento del tuo alloggio e sottolineali attraverso la descrizione: come il titolo, il riepilogo e lo spazio.

3.Crea un titolo accattivante

Dopo la foto di copertina, il titolo è la seconda cosa che si fa notare.
L’obiettivo principale del titolo è di far cliccare e leggere il tuo annuncio, pertanto si pronto a crearne uno con il maggior impatto.

Come creare un eccellente titolo?

Dovendo attirare l’attenzione, il tuo titolo dovrà essere focalizzato sul benefit principale che offre il tuo alloggio, tale da costringere loro a leggere la descrizione dell’annuncio.

Ecco alcune cose che devi tenere in mente:

Usa tutto lo spazio che Airbnb ti concede.
La sezione titolo è limitata a 50 caratteri, quindi non avrai molto spazio, ma sfruttalo al massimo.

Includi il tuo più grande benefit nel titolo

Il tuo posto è vicino alla spiaggia?
Hai una piscina privata?
Qualsiasi sia il tuo benefit, sii sicuro di menzionarlo.
Includi degli aggettivi
Gli aggettivi coinvolgono di più il lettore e aiutano a descrivere meglio il posto in maniera originale.
Piuttosto che scrivere “Appartamento carino in una bella location” potresti scrivere “Appartamento spazioso e confortevole vicino Piazza Navona”.

Allenati : scrivi tre possibili titoli per i tuoi annunci, considerando questi tre elementi:
1.Usa tutto lo spazio a disposizione ( 50 caratteri)
2.Evidenza il benefit che offri
3.Utilizza degli aggettivi che descrivano il tuo posto

4. Scrivi una descrizione seducente

Una volta definito il titolo, è il momento di scrivere la descrizione del tuo annuncio, che include il riepilogo e le sezioni annesse, come lo spazio, l’accesso ospiti, interazione con gli ospiti, il quartiere etc.

Riepilogo

E’ una parte importante dell’annuncio, dovrai riassume al meglio il tuo alloggio per incoraggiare l’utente a leggere la descrizione. Airbnb ti offre ben 500 caratteri.

Le cose fondamentali che dovresti menzionare:

-A chi si rivolge il tuo alloggio: coppie, famiglie, studenti universitari etc.
-L’atmosfera del posto: confortevole, calda, spaziosa. Potresti anche descrivere come sono decorate le stanze e le luci.
-Quali servizi sono inclusi, come ad esempio Wi- FI, aria condizionata, tovagliato ed etc.
-Posti interessanti nelle vicinanze: come attrazioni, negozi, ristoranti e bar.

La cosa più importante è evidenziare le migliori caratteristiche del tuo spazio e sottolineare il perché è ideale per i tuoi ospiti.

Non essere parco, ma vai in profondità, indica quante stanze hai, quali sono i mobili, quali servizi sono inclusi, gli elettrodomestici, se c’è un giardino e molto altro. Qualsiasi cosa che possa rivelarsi utile conoscere prima della prenotazione.

5.Completa le altre sezioni in maniera dettagliata

Il resto delle altre sezioni sono opzionali ma non per questo sono meno importanti. Secondo Airbnb, solo il 30% degli host li compila. Pertanto questo risulta essere un vantaggio per farsi notare. Sfruttale!

 

Spero che questo elenco di consigli sia stato utile per migliorare il tuo annuncio su AIRBNB, ma se hai qualcosa da aggiungere condividilo con noi nella sezione commenti.

Leggi anche:

Il giro d’affari di Airbnb in Sicilia

Condividi