La minaccia che incombe sull’occupazione agricola in Sicilia

La minaccia che incombe sull’occupazione agricola in Sicilia

Condividi

In Sicilia il 10% della forza lavoro è impiegata nel settore primario. Un dato al di sopra della media nazionale.

La capacità occupazionale dell‘agricoltura siciliana, nonostante i rallentamenti, le crisi, le invasioni di mercato, è rimasta  tra il 9 e il 10 %.

Ma ce un fattore che rischia di portare quel dato al 5% nei prossimi anni avvenire, ed è l’automazione unitamente alla robotica, nonostante una crescita della produzione.

L’agricoltura siciliana dovrà confrontarsi con mercati sempre più competitivi e con un salario medio del mercato italiano che cresce poco, che terrà ancora bassi i prezzi per lungo tempo.

L’unico modo di marginare per l’imprenditore agricolo è ancora la riduzione dei costi.

Impiegare manodopera non specializzata a basso costo, come avviene ormai da molti anni, non aiuterà nella competizione con realtà più avanzate, dove avranno rimpiazzato il lavoro di venti operai con un robot.

L’introduzione di robot  in serra e in campo avrà delle implicazioni enormi sulla competitività.  Le aziende siciliane si adegueranno o non si adegueranno?

Anche se dovessero adeguarsi, ci saranno ripercussioni pesanti sull’occupazione, specie per gli operai non specializzati addetti a lavori più pesanti e ripetitivi.

Chi vi dice che l’agricoltura nel futuro potrebbe risolvere il problema dell’occupazione in Sicilia,  o mente,  o non è consapevole della rivoluzione a cui assisteremo.

Anche l’Unione Europea spinge sempre più verso l’innovazione, per questo ha finanziato degli studi per sviluppare robot agricoli da impiegare nelle aziende.

Il progetto è denominato Clever robot for crops.  E si può conoscere qui

Nel video seguente un esempio di AgBot ( robot agricolo) che è in grado di raccogliere peperoni in serra in maniera automatica.

A fronte di una massa di disoccupati in agricoltura, l’unica alternativa, così come ha proposto Bill Gates, è di tassare quelle aziende che avranno sostituito i lavoratori con i robot.

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo!

Condividi